Ubuntu 18.04 LTS: date di rilascio e nuove funzionalità

Il fondatore di Ubuntu Mark Shuttleworth ha appena rivelato il nome in codice di Ubuntu 18.04: si chiamerà Bionic Beaver.

0 7.241

Il nome in codice prescelto per Ubuntu 18.04 LTS è Bionic Beaver.

La scelta non sorprende più di tanto, considerando la logica che sta dietro il codename e il versioning dei rilasci.

Tutte le versioni di Ubuntu sono identificate da un nome in codice di due parole, ed entrambe iniziano con la stessa lettera.

La prima parola del nome in codice è un aggettivo e la seconda è di norma una specie in via di estinzione oppure il nome di un personaggio.

I codici numerici di rilascio delle versioni ufficiali sono invece rappresentati dall’anno e dal mese del rilascio ufficiale.

Ecco una lista dei nomi in codice delle ultime versioni di Ubuntu:

  • Ubuntu 15.10 – Wily Werewolf
  • Ubuntu 16.04 LTS – Xenial Xerus
  • Ubuntu 16.10 – Yakkety Yak
  • Ubuntu 17.04 – Zesty Zapus
  • Ubuntu 17.10 – Artful Aardvark

Da quando la versione Ubuntu 17.10 è stata chiamata in codice Artful Aardvark, è stato subito evidente che il nome della versione di Ubuntu 18.04 avrebbe utilizzato la lettera B.

Cosa significa Bionic Beaver?

Approfondiamo il motivo della scelta del nome in codice di Ubuntu 18.04.

Se sei un appassionato di fantascienza, dovresti già conoscere il significato del termine bionic (in italiano bionico): esso si riferisce al fatto di avere una parte del corpo artificiale, elettromeccanica.

Beaver invece deriva dal nome di un grande roditore notturno, il castoro, noto per la costruzione senza tregua di dighe, canali e rifugi.

Il verbo inglese “to beaver” significa lavorare duramente e costantemente, caratteristica che fa parte – appunto – della natura di un castoro.

In effetti, Shuttleworth con le sue parole, durante la presentazione della nuova versione, ha dedicato l’aggettivo laborioso al team di Ubuntu:

Sono i costruttori che festeggiamo – le persone che costruiscono le nostre applicazioni ed i pacchetti a monte, le persone che costruiscono Ubuntu e le persone che costruiscono su Ubuntu. In onore di questa fatica instancabile, la nostra mascotte per questo ciclo è un mammifero noto per il suo atteggiamento energico, la sua natura laboriosa e la sua abilità ingegneristica. Diamo un tocco nerd al core del XXI secolo, in onore degli inesorabili robot che eseguono Ubuntu Core. Signore e signori, vi presento 18.04 LTS, il Bionic Beaver.

Le date di rilascio di Ubuntu 18.04 LTS

Anche la data di uscita per Ubuntu 18.04 LTS è pubblica.

Ecco i rilasci principali:

  • 30 novembre: congelamento della definizione funzionalità
  • 4 gennaio: rilascio versione Alpha 1
  • 1 febbraio: rilascio versione Alpha 2
  • 8 marzo: prima versione beta
  • 5 aprile: versione beta finale
  • 19 aprile: rilascio finale
  • 26 aprile: rilascio della prima versione stabile di Ubuntu 18.04 LTS

Ora che sei a conoscenza delle milestone di rilascio di Ubuntu 18.04, vediamo le nuove funzionalità previste.

Le nuove funzionalità in Ubuntu 18.04 LTS

Lo sviluppo di Ubuntu 18.04 è già iniziato da qualche tempo, vediamo le principali nuove funzionalità che ci aspettano.

1. Supporto nativo per gli emoji a colori

Ubuntu 18.04 fornirà, per impostazione predefinita, il supporto nativo per gli emoji a colori.

Fino ad ora, solo gli emoji monocromatici erano stati supportati immediatamente su Ubuntu.

È possibile fare qualche ritocco e ottenere emoji a colori anche oggi, ma un supporto predefinito sarà sempre migliore.

Ubuntu userà gli stessi emoji open source che vengono utilizzati su Android.

2. Nuovo tema predefinito sviluppato dalla community

Per molti anni non ci sono stati cambiamenti significativi nel tema Ambiance (quello predefinito di Ubuntu).

In tutte le ultime versioni di Ubuntu il tema è sempre stato più o meno lo stesso.

Ma con Ubuntu 18.04 ci sarà un cambiamento: Canonical ha infatti avviato un progetto collaborativo per sviluppare il tema predefinito di Ubuntu 18.04 con il contributo della comunità.

Se sei interessato ad aiutare Ubuntu nello sviluppo del suo nuovo tema, leggi tutti i dettagli cliccando qui.

3. Suru è il nuovo icon set per Ubuntu 18.04

Oltre al tema GTK, Ubuntu 18.04 avrà anche un nuovo icon set.

Suru sarà il nuovo set di icone predefinito: si tratta di icone sviluppate dallo stesso sviluppatore che ha creato le risorse grafiche per temi come Moka e Paper.

4. GNOME 3.28

Probabilmente sai già che Unity non è più l’ambiente desktop predefinito per Ubuntu.

Sin da Ubuntu 17.10 è stata introdotta una versione GNOME personalizzata.

Ubuntu 18.04 manterrà la stessa tendenza e presenterà l’ultimo GNOME (cioè la versione 3.28) al momento del rilascio.

5. Nuove applicazioni predefinite

L’anno scorso, Ubuntu ha condotto un sondaggio ed ha chiesto ai suoi utenti cosa vorrebbero avere come applicazioni predefinite.

I risultati sono stati dichiarati poche settimane dopo, con oltre 15.000 risposte.

Ecco i risultati del sondaggio:

  • Browser: Mozilla Firefox
  • Video Player: VLC
  • IDE: Visual Studio Code
  • Video Editor: Kdenlive
  • Screen Recorder: Open Broadcaster Software (OBS)
  • Email Client: Thunderbird
  • Text Editor: gedit
  • Office Suite: LibreOffice
  • Music Player: VLC
  • Photo Viewer: Shotwell
  • Terminal: GNOME Terminal
  • PDF Reader: Evince
  • Photo Editor: Gimp
  • IRC/IM: Pidgin
  • Calendar: GNOME Calendar

Come puoi vedere, gli utenti sono soddisfatti della maggior parte delle applicazioni predefinite, ma ci sono anche nuovi suggerimenti.

6. Linux Kernel 4.15 (provvisorio)

All’inizio di Ubuntu 18.04 era previsto il Linux Kernel 4.14 LTS.

Ma ultimamente, il team che si occupa del kernel ha comunicato che, per la versione LTS di Bionic Beaver 18.04, stanno tentando di convergere verso la versione 4.15.

7. Xorg diventa nuovamente il display server predefinito

Nella versione 17.10, Ubuntu è passato al più recente Wayland come display server predefinito.

Chiaramente, questo ha creato un grosso problema in quanto un numero enorme di applicazioni non funzionano su Wayland. Questo ha costretto gli utenti a tornare da Wayland a Xorg.

Sembra che Ubuntu abbia imparato la lezione e sta tornando a Xorg come display server predefinito.

Wayland sarà comunque disponibile come opzione e gli utenti saranno in grado di selezionare il display server preferito.

Scarica Ubuntu 18.04

Le build quotidiane di Ubuntu 18.04 sono disponibili per il download: questo significa che puoi scaricarlo e installarlo.

Ma prima di farlo, lascia che ti dica che siamo ancora in una fase molto instabile e incontrerai una serie di problemi.

Quindi non usarlo sul tuo sistema di produzione o sul tuo computer.

Se vuoi provarlo o testare il sistema per aiutare il team di Ubuntu, puoi effettuare il download di Ubuntu 18.04 dal link sottostante:

Scarica Ubuntu 18.04 LTS Bionic Beaver (Non stabile)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.