Plasma Mobile: KDE invita gli utenti della community a partecipare ai test

KDE continua nel processo di miglioramento dell'interfaccia utente di Plasma Mobile per smartphone, tablet e altri dispositivi mobili.

0 99

Il progetto KDE ha recentemente rilasciato per la community un’immagine ISO di Plasma Mobile, con l’obiettivo di far eseguire test di sistema ai propri utenti.

Nelle scorse settimane, KDE si è impegnata a fare in modo che entro la fine del 2018 l’interfaccia utente Plasma Mobile per dispositivi mobili possa diventare un ambiente mobile funzionale e distribuirlo sul maggior numero di dispositivi possibile.

Ma per arrivare a questo obiettivo, c’è bisogno dell’aiuto della comunità per testare Plasma Mobile sui loro dispositivi o macchine virtuali e segnalare i problemi che verranno scoperti.

KDE ha rilasciato la prima immagine ISO di Plasma Mobile che gli utenti possono scaricare ed avviare su macchine reali o virtuali come QEMU/KVM o Oracle VirtualBox.

Cosa è necessario testare in Plasma Mobile

Per testare l’interfaccia utente di Plasma Mobile, tutto ciò che devi fare è scaricare l’immagine ISO dedicata e avviarlo direttamente su una macchina virtuale (sono attualmente supportati i software di virtualizzazione QEMU/KVM e VirtualBox) o copiare l’immagine ISO su una chiavetta USB ed avviarla sul proprio personal computer.

Secondo KDE le attività che necessitano di specifici test e verifiche sono le seguenti:

  • Provare ad aggiungere un widget al desktop
  • Leggere i fumetti nell’app Peruse
  • Testare il client KaMP XMPP
  • Scaricare e installare un’app dal Plasma Discover Software Center

Eventuali feedback possono essere inviati tramite:

  • La mailing list plasma-mobile@kde.org
  • Il canale IRC #plasma su Freenode
  • Il gruppo Plasma Mobile Telegram
ATTENZIONE: È assolutamente necessario tenere presente che Plasma Mobile è ancora in fase di sviluppo Alpha e alcune funzionalità potrebbero non funzionare.

Nei prossimi mesi il Progetto KDE annuncerà nuove immagini ISO di Plasma Mobile che potranno essere testate su veri dispositivi mobili, come smartphone e tablet, anziché computer e macchine virtuali.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.