Localizzatore GPS per cani e gatti con Activity Tracker

0 74

L’istinto di esplorazione di cani e gatti spinge i nostri animali domestici a spostarsi e a conoscere i luoghi che li circondano: anche se a casa vengono trattati bene, hanno cibo a sufficienza e un ampio spazio in cui muoversi, sentono di frequente il bisogno di allontanarsi dalle mura che li proteggono per conoscere posti nuovi ed esemplari della loro stessa specie.

Non sapere dove si trova il proprio animale e non conoscere i suoi movimenti può diventare una enorme fonte di preoccupazione, soprattutto perché controllarli e tenerli monitorati 24 ore su 24 è pressoché impossibile.

Ad oggi, per arginare questo problema molto frequente, sarebbe consigliabile dotarsi di un collare GPS per cani (o per gatti), in grado di restituire una serie di feature altamente utili e performanti e di comunicare in tempo reale al dispositivo al quale vengono collegati la posizione esatta dell’animale, ovunque si trovi.

Questi dispositivi, attualmente disponibili sul mercato, vengono applicati direttamente al collare del cane o del gatto e rilevano localizzazione, stato di salute e attività dell’animale.

Ad esempio Kippy, alle normali funzioni di tracciamento in termini di luogo, associa quelle di tracciamento motorio: l’activity tracker di cui è fornito, infatti, funziona collegandosi ad una app dedicata (per iOS e Android) e registra ogni tipologia di attività calcolando il consumo calorico e lo stato di salute, e suggerendo anche come fare in modo che viva al meglio, ad esempio ingerendo una certa quantità di calorie, muovendosi abbastanza e dormendo bene durante le ore notturne.

Esattamente come noi, inoltre, gli animali hanno bisogno di tempo per digerire ciò che mangiano e di fare movimento tra un pasto e l’altro per bruciare un determinato numero di calorie.

Tramite il GPS collegato al loro collare, ad esempio, è possibile anche contare il numero dei passi fatti durante tutto il corso della giornata, dando la possibilità al padrone di intervenire se ciò che viene segnalato non corrisponde alla norma e di impostare obiettivi quotidiani da raggiungere creati su misura per lui.

Un’ulteriore potenzialità è garantita dal monitoraggio continuo, anche durante le ore notturne: uno stile di vita sano, infatti, va di pari passo con un riposo adeguato.

Tramite la funzione del Geofence, infine, esso è anche in grado di disegnare un recinto virtuale che l’animale non dovrà oltrepassare, con relativa notifica immediata al padrone quando ciò accade: in questo modo, se la comfort-zone verrà abbandonata, si verrà immediatamente informati.

Come funzionano i dispositivi di localizzazione per animali come Kippy

Essi funzionano tramite triangolazione di celle telefoniche (LBS) e lavorano a distanza illimitata inviando i dati raccolti in tempo reale alla App installata sul dispositivo (smartphone o tablet) al quale vengono associati e sono trasparenti ed affidabili: avvalendosi di uno di tali dispositivi si ottengono informazioni attendibili ed utili per ritrovare in tempi brevi un animale che si è allontanato, oppure per aiutarlo a ritrovare il benessere fisico assumendo l’adeguata quantità di calorie e muovendosi sufficientemente.

Il GPS per animali deve essere connesso ad uno smartphone e ricevere una richiesta di attivazione.

Dopo pochi secondi, in presenza di una rete, tale richiesta viene accolta e il collegamento ai satelliti del sistema GPS entra in azione.

Queste veloci operazioni permettono di triangolare la posizione aggiornandola ogni 3 secondi ed inviandola al dispositivo, anche in caso di segnale scarso.

Per evitare sprechi di batteria, però, l’invio automatico si interrompe dopo 5 minuti di inattività.

Perché scegliere localizzatori GPS per cani e gatti

Ricapitolando, i dispositivi di localizzazione per animali sono utili non solo per sapere sempre dove si trovano quando si allontanano, ma anche per monitorare le attività dell’animale per l’arco dell’intera giornata fino alle ore notturne.

Non sono assolutamente invasivi e sono studiati per non infastidire l’animale e per non limitarne i movimenti: vengono appesi al collare ed entrano in azione senza che l’animale se ne accorga.

In aggiunta a quanto appena detto, sono estremamente facili da installare ed utilizzare, con interfaccia intuitiva e una comunicazione diretta e chiara dal GPS allo smartphone (o tablet) al quale vengono collegati.

Insomma, il localizzatore GPS per cani è uno strumento che porta benefici sia a chi possiede un animale che all’animale stesso: permette di rimanere costantemente aggiornati sul luogo in cui il cane si trova quando si allontana da casa, ma anche di avere sotto controllo il suo comportamento e sapere se rischia problemi di salute o meno.

Si tratta di un dispositivo che viene periodicamente aggiornato e rinnovato, con l’aggiunta di integrazioni di ultima generazione che lo rendono sempre più preciso ed affidabile.

Mettendolo in azione avremo meno preoccupazioni per noi e più felicità per il nostro amico a quattro zampe!

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.