L’AI al servizio di imprese e logistica

0 29

Anche i magazzini possono trarre vantaggio dall’intelligenza artificiale: il suo avvento, infatti, consente il passaggio verso una logistica proattiva nella quale i manager possono disporre di una mole di dati molto ampia per prendere decisioni che siano in grado di anticipare il mercato. La movimentazione automatica permette di ottimizzare i processi di prelievo e stoccaggio, mentre l’AI fa sì che i software e i computer risultino più autonomi: in pratica hanno la capacità di funzionare quasi come la mente umana.

I benefici per le imprese

Con il passare del tempo, le imprese della logistica si stanno rendendo conto del ruolo dell’intelligenza artificiale, che diventerà sempre più importante. In primis perché essa permetterà di guadagnare un’elevata quantità di tempo, in virtù di una catena di approvvigionamento più efficiente. Ma non è tutto, perché i sistemi intelligenti contribuiscono anche a ridurre gli errori. Mentre le macchine gestiranno le fasi operative degli impianti e saranno impegnate nello strutturare i dati, i processi creativi saranno il fulcro delle attività dei manager, che saranno esonerati dai compiti ripetitivi a cui erano costretti a dedicarsi fino a qualche anno fa.

I robot mobili

Un esempio di applicazione dell’intelligenza artificiale ai magazzini può essere individuato nei robot mobili autonomi: si tratta di dispositivi che hanno la capacità di spostarsi in modo autonomo nel magazzino e di eseguire attività in virtù di sensori all’avanguardia. I sistemi robot mobili possono essere gestiti da software di controllo WCS che sono collegati, a loro volta, con sistemi di gestione del magazzino. Tali programmi disegnano i percorsi che i robot dovranno seguire nel modo più efficiente possibile e sono in grado di individuare gli ostacoli in cui potrebbero imbattersi. Merito dei software di intelligenza artificiale che si basano su una mappatura digitale dell’ambiente.

Una rivoluzione completa

L’automazione del magazzino, come dimostra LCS Group, è una scelta strategica di cui non si può fare a meno se si desidera aumentare il livello di competitività di un’impresa. È tutta la supply chain a essere coinvolta, a partire dalla produzione per arrivare al cliente finale. I processi vengono automatizzati non più solo grazie ai classici traslo elevatori, ma anche per mezzo di robot antropomorfi. A ciò si deve aggiungere la fabbricazione digitale correlata con l’Internet of Things e la stampa 3D. Se un’impresa vuole essere 4.0 deve basarsi su una logistica che sia a sua volta 4.0: solo così può migliorare la propria competitività e beneficiare di un salto di qualità notevole dal punto di vista delle prestazioni.

La progettazione di un magazzino automatico

Il processo relativo alla messa in esercizio di un magazzino automatico è contraddistinto da un certo grado di complessità, se non altro perché presuppone l’analisi dei vari elementi che in magazzino sono presenti: la produttività e la superficie, ma anche la sicurezza, il volume di ordine giornalieri, le unità di carico, la visione del futuro, e così via. Tante imprese devono ancora avviarsi verso l’automazione del magazzino logistico, ma ormai il mercato sta procedendo a passo spedito verso tale traguardo. Lo scopo non è solo quello di abbattere i costi, ma anche e soprattutto quello di usufruire di un notevole miglioramento delle performance. Nel momento in cui i livelli di servizio si alzano, ne beneficia la customer satisfaction, e in più tutto l’impianto risulta più sicuro.

L’ottimizzazione dei percorsi

Il coordinamento tra le imprese di trasporto e il magazzino è uno degli ambiti su cui l’intelligenza artificiale è destinata ad avere un’influenza positiva, in relazione sia alla logistica esterna che a quella interna. L’AI, infatti, può essere progettata per essere in grado di raccogliere una mole di informazioni molto consistente a proposito della viabilità e del traffico, ovviamente in tempo reale. Ciò assicura una migliore gestione dei corrieri e delle flotte di trasporto perché garantisce una programmazione efficiente dei loro percorsi. Non va dimenticato, poi, che i software di gestione del magazzino permettono di registrare ogni movimento nell’impianto, per usufruire di dati che si traducono in una migliore organizzazione della movimentazione automatica.

Perché scegliere i robot mobili

La connettività è un ulteriore aspetto che non dovrebbe essere sottovalutato nel momento in cui si prendono in considerazione i vantaggi offerti dai robot mobili: questi ultimi, infatti, devono essere integrati con tutti gli altri sistemi che ci sono in magazzino. L’avvento e il diffondersi della tecnologia 5G porterà ad un consolidamento di tale integrazione. Ecco perché nel corso dei prossimi anni i robot sapranno funzionare in maniera sempre più efficiente e offrire dati relativi alle attività del reparto logistico. I robot sono progettati e messi a punto per riuscire a prendere decisioni: l’AI si sposa con il machine learning, rendendo la robotica mobile in grado di adeguarsi ai cambiamenti a seconda delle informazioni che provengono dall’ambiente. Le tecnologie di navigazione, protagoniste di un costante progresso, assicureranno un livello di precisione sempre più elevato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy