La migliore VPN per scaricare contenuti da Utorrent

0 129

VPN sta per Virtual Private Network. Un acronimo che indica una rete privata globale che stabilisce un collegamento tra server ed utenti. Una sorta di strato aggiuntivo del network che sta sopra i protocolli Internet HTTPS. Tradotto in altri termini è un livello di sicurezza aggiuntivo rispetto alle connessioni cifrate libere tra noi ed il resto della rete.

Per riuscire nella costruzione di questa particolare classifica è stato necessario costruire diversi metri di paragone e analizzare differenti specifiche tecniche. Alcuni dei principali fattori che sono stati presi in considerazione sono in grado – se letti “a sistema” – di svelare la migliore Virtual Private Network da utilizzare per i torrent.

In particolare, il team di analisi si è domandato se la VPN è in grado o meno di mantenere l’anonimato dell’utente. Ovviamente una parte fondamentale la gioca la velocità di download e la presenza di eventuali server di torrenting dedicati di cui potrebbe disporre la VPN. Ultima ma non per importanza, la presenza di protocolli di sicurezza.

Tra le prime VPN considerate tra le più idonee godersi appieno l’esperienza di utilizzo di Utorrent compaiono:

  • ExpressVPN
  • NordVPN
  • CyberGhost VPN
  • Private VPN
  • IPVanish VPN

UTorrent è un client torrent relativamente giovane ma diventato, in breve tempo, molto utilizzato dagli internauti. Il successo è da attribuire alla sua estrema leggerezza. Il client occupa 625 KB (nella versione 3.0 per Windows) e non richiede installazione. UTorrent, funzionante con trenta file torrent contemporaneamente in download, richiede una quantità di memoria che oscilla tra 13MB fino a 17MB.

Questa caratteristica ha sicuramente aiutato la diffusione del client a scapito di altri che pur avendo indubbiamente maggiori opzioni di utilizzo tendono a consumare una quantità di memoria molto più grande. Non tutte le VPN sono uguali, ma quali sono le VPN per scaricare in sicurezza su Utorrent? Tutti hanno le aree in cui eccellono e le funzionalità che possono essere migliorate. L’obiettivo è quello di scoprire quali Virtual Private Network sono considerate le migliori per le operazioni di torrenting e il P2P.

Ma è legale utilizzare una VPN per fare torrenting? La risposta è ovviamente sì. È legale perché né il torrenting, né le VPN rappresentano di per sé degli strumenti illegali. Metterli a disposizione di un pubblico e aiutare dei lettori – possibili futuri utilizzatori di VPN – a utilizzarle al massimo delle potenzialità non vuol dire indurre qualcuno a commettere degli illeciti o a scaricare illegalmente delle opere protette dal diritto d’autore.

È l’ormai arcinota storia del mattone che può essere utilizzato per costruire una casa o può essere lanciato per fare male a qualcuno. La differenza dunque tutta qui. Nell’utilizzo che nel dettaglio viene fatto. Le VPN per caratteristiche tecniche si prestano ad agire in delle aree cosiddette grigie – non cioè pienamente regolate e in cui qualcuno potrebbe avere delle intenzioni poco lecite. Ma anche in questo caso “trovarsi” in un luogo non significa fare qualcosa di sbagliato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.