Non c’è bisogno di eliminare il tuo account Facebook, ma puoi usarlo meglio!

Il tuo account Facebook sta diffondendo le tue informazioni personali su internet come una scheggia impazzita? Ecco come fermarlo.

0 116

Questo è un brutto momento per i circa 2 miliardi di utenti attivi su Facebook.

L’azienda di Menlo Park è al centro delle polemiche per il suo ruolo nelle elezioni del 2016 e per le responsabilità di omesso controllo legate alla diffusione delle false notizie (fake news).

La polemica ha raggiunto un nuovo apice la scorsa settimana quando la società ha annunciato che le informazioni personali di 50 milioni di utenti sono state utilizzate in modo improprio da una società di gestione dei big data chiamata Cambridge Analytica.

Cambridge Analytica ha utilizzato i dati impropriamente posseduti per condizionare la campagna di Donald Trump durante le elezioni presidenziali negli Stati Uniti e per il referendum inglese sulla Brexit.

Tutto questo ha generato una campagna che si sta diffondendo attraverso i social media, identificata con l’hashtag #deletefacebook.

Tra i promotori dell’iniziativa #deletefacebook c’è anche un nome eccellente: Brian Acton, cofondatore di WhatsApp.

Acton ha pubblicato su Twitter un testo di poche, ma dirompenti parole:

It’s time. #deletefacebook (testutalmente “È il momento. Cancella Facebook”).

delete facebook
Il tweet di Brian Acton

È rassicurante pensare che possiamo fare un passo indietro e semplicemente cancellare il nostro account su Facebook, ma non è così facile per molte persone.

Per alcuni Facebook è fondamentale per rimanere in contatto con familiari e amici in tutto il mondo.

Altri utilizzano Facebook per lavoro o per promuovere il business della loro azienda.

Alcune persone sono su Facebook semplicemente per svagarsi, magari dopo una giornata di duro lavoro.

La verità è che l’unico modo per mettere al sicuro i tuoi dati, le tue abitudini e le tue preferenze personali, è quello di disattivare o cancellare il tuo account.

Ma, se scegli di mantenerlo attivo e funzionante, ci sono alcune cose che puoi fare per ridurre le possibilità di diffondere dettagli chiave sulla tua vita e sulla tua identità verso Facebook o – ancora peggio – verso terze parti.

Presta attenzione alle app di terze parti

È sicuramente divertente vedere come sarà la il tuo viso tra qualche anno.

E, naturalmente, vorrai condividere il punteggio di quel test sul quoziente di intelligenza, nella quale hai scoperto di essere un genio.

Il problema, tuttavia, è che la maggior parte di queste divertenti funzionalità è prodotta da sviluppatori di terze parti, esterni all’azienda Facebook.

Queste “app” rappresentano uno dei maggiori rischi per la sicurezza dei nostri dati.

I recenti avvenimenti, ad esempio, sono accaduti anche perché circa 270.000 persone si sono iscritte a un’app Facebook chiamata thisisyourdigitallife (letteralmente “questa è la tua vita digitale”)

L’app ha acquisito informazioni sugli utenti e sui loro amici e il produttore dell’app le ha poi vendute a un’agenzia che utilizzava tali dati per creare profili psicografici basati sulla loro posizione geografica e su ciò che queste persone apprezzavano o non apprezzavano durante il periodo di utilizzo dell’app.

La segmentazione psicografica si basa sullo stile di vita e sul comportamento dell’individuo come singolo e come membro di una comunità.

Sono quindi rilevanti le attività, gli interessi e le opinioni (valori e convinzioni) dell’utente.

Per vedere quali app sono collegate al tuo account Facebook, vai sulle impostazioni e fai clic sul link “App” nel menu a sinistra.

Probabilmente comparirà una lista più grande di quanto potresti aspettarti, con app che non ricordi nemmeno di aver accettato di installare.

Se qualcosa non è essenziale, è meglio cancellarla, a meno che tu non sappia cosa sia.

Se hai dubbi puoi provare a fare una ricerca su Google per ottenere informazioni.

Puoi andare nel menu “Impostazioni app” facendo clic qui e ciò ti darà l’opportunità di vedere e modificare le informazioni a cui ogni app può accedere.

Molte app chiedono informazioni di base, ma alcune possono ottenere molto più di quanto ci si potrebbe aspettare, compresa l’attività dei propri amici (questo è il modo con cui l’attuale scandalo ha preso forma).

Usa il controllo della sicurezza di Facebook

Facebook ha una funzione integrata di controllo della sicurezza in cui sarai guidato attraverso una serie di menu in modo tale sapere chi può vedere ciò che pubblichi.

È un modo semplice e pratico per iniziare, perché copre sia le funzioni di accesso ai dati da parte di Facebook (ad esempio si può decidere chi può vedere il tuo compleanno o il tuo numero di telefono), sia il tipo di accesso di cui godono le tue app integrate.

Avvia il controllo della sicurezza Facebook

Migliora l’accesso con l’autenticazione a due fattori

L’autenticazione a due fattori è fastidiosa, ma essenziale.

Con essa, dovrai inserire un codice che riceverai via SMS ogni volta che accedi da una nuova macchina.

Questa è una una funzione che probabilmente stai già utilizzando per attività come l’accesso al tuo conto bancario online o la tua email.

L’autenticazione a due fattori di Facebook aiuta ad impedire che eventuali malintenzionati possano accedere al tuo account, anche se hanno la tua password.

Puoi attivarla andando su “Impostazioni” sul tuo account Facebook, quindi cliccando sul link “Sicurezza e login”.

Vedrai una voce per l’autenticazione a due fattori, che dovresti abilitare.

Puoi anche impostare notifiche che ti avviseranno quando qualcuno tenterà di accedere da un computer non riconosciuto.

Puoi attivare le notifiche nello stesso menu “Sicurezza e accesso”, e le troverai con il titolo “Ricevi avvisi sugli accessi non riconosciuti”.

In generale, è anche sconsigliato accedere al tuo account Facebook da un computer che non conosci, come quelli degli internet bar o degli hotel.

Questo era un problema soprattutto quando la maggior parte delle persone non aveva accesso all’app Facebook sul proprio telefono.

Non sottovalutare la sicurezza dello smartphone

Il tuo smartphone non riceve malware o virus nello stesso modo in cui potrebbe succedere su un computer, ma ciò non significa che un’app per smartphone sia la soluzione migliore per proteggere i tuoi dati rispetto all’utilizzo di Facebook in un classico browser.

Tramite la app di Facebook puoi infatti accedere a quasi tutte le impostazioni di sicurezza, e proteggere la tua privacy disattivando l’accesso alle app di terze parti o abilitando l’autenticazione a due fattori.

Scegli con giudizio chi può vedere le informazioni che stai condividendo

Probabilmente sai di avere il controllo su chi vede i tuoi contenuti su Facebook, ma ci sono molte altre informazioni sul tuo account che potrebbero essere utilizzate da terze parti senza la tua esplicita autorizzazione.

Ad esempio, puoi aver scelto di impostare il tuo elenco di amici su pubblico, il che significa che qualsiasi persona può vedere l’elenco delle persone con cui sei connesso.

Facebook applica anche il suo software di riconoscimento facciale alle foto che vengono caricate, quindi può consigliare alle persone di taggarti nelle foto, anche se non vengono caricate da te.

Puoi disattivare questa opzione nell’app con il menu “Scorciatoie sulla privacy” in “Altre impostazioni”, quindi “Chi vede i suggerimenti dei tag quando vengono caricate foto che sembrano caricate?”.

Potresti non vedere questa opzione, perché non tutti gli account ce l’hanno.

Migliora l’eliminazione dei tuoi post

La capacità di Facebook di proporre ricordi del tuo passato può essere eccezionale quando ti mostra cose come foto di bambini o video di vacanze.

Tuttavia, lasciare una cronologia dettagliata delle tue attività, incluse le foto (magari arricchite di informazioni come il luogo in cui eri e le persone che erano presenti con te) potrebbe non essere una buona idea.

Devi sapere che è possibile annullare un singolo post facendo clic sulla freccia nell’angolo in alto a destra e selezionando “Elimina dalla pagina”.

Come eliminare account Facebook

Disattivare account Facebook

Se, dopo tutto ciò, sei ancora sicuro di voler lasciare il grande carrozzone blu, il primo passo è in genere la disattivazione dell’account Facebook, che ti rende invisibile alla ricerca sia dal pubblico che dai tuoi amici.

Tieni però conto che Facebook salva il tuo account in modo tale da poterlo riattivare in seguito.

Utilizzando l’opzione di disattivazione, sarai ancora iscritto a Facebook ma non sarai attivo, anche se alcuni dei tuoi messaggi e le conversazioni resteranno disponibili.

Cancellarsi da Facebook definitivamente

Eliminare definitivamente il tuo account richiede più impegno e non è un processo particolarmente veloce.

Puoi scegliere di eliminare il tuo account Facebook in modo definitivo, andando su questa pagina.

Dopo aver effettuato la richiesta, dovrai attendere alcuni giorni e, se effettui l’accesso durante quel periodo, il processo si interrompe.

Al termine dell’operazione non sarà più possibile recuperare il tuo account, ma alcune informazioni su di esso potrebbero rimanere sui server di Facebook, anche se non più associate alle tue informazioni personali.

Se hai intenzione di percorrere questa strada e vuoi scaricare tutti i tuoi contenuti, puoi accedere al menu Impostazioni generali account e fare clic su “scarica una copia dei dati di Facebook”.

In questo modo potrai conservare una copia di tutte le tue foto e aggiornamenti prima di cancellare il tuo account; presta però attenzione al fatto che potrebbe essere necessario scaricare diversi gigabyte di dati a seconda di come e per quanto tempo hai utilizzato il servizio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.