Con l’algoritmo di compressione Zstd l’installazione di Ubuntu sarà più veloce

Julian Andres Klode (sviluppatore Debian e Ubuntu) ha dichiarato che Canonical prevede di implementare l'algoritmo di compressione Zstd di Facebook per impostazione predefinita nelle future versioni del proprio sistema operativo Ubuntu.

0 69

Zstd (Zstandard) è un algoritmo di compressione dei dati open source, sviluppato da Yann Collet su Facebook e progettato per offrire velocità di compressione e decompressione rapide in tempo reale.

Secondo le stime Zstd è persino più veloce di xz o gzip.

L’algoritmo Zstd supporta fino a 19 livelli di compressione, offrendo un rapporto di compressione pari a 2.877 con velocità di compressione fino a 430 MB/s e una velocità di decompressione pari a 1110 MB/s.

Julian Andres Klode e Balint Reczey riportano di essere riusciti ad aumentare la velocità di un’installazione standard a 64 bit di Ubuntu 18.04 LTS Bionic Beaver di circa il 10% con una configurazione di Zstd impostata al valore massimo (19).

Un risultato ancora migliore si è registrato con la libreria eatmydata progettata per disabilitare fsync e pacchetti correlati, che ha visto la velocità di installazione aumentare di circa il 40%.

Julian Andres Klode in un annuncio alla sua mailing list ha detto: “Nella nostra configurazione, eseguiamo Zstd al livello 19. Per l’amd64, ciò provoca un aumento delle dimensioni di circa il 6%, da circa 5,6 a 5,9 GB. Le installazioni però si velocizzano di circa il 10%, oppure, se viene coinvolta la libreria eatmydata, fino al 40%”.

Zstd sarà abilitato di default in Ubuntu 18.10

Il supporto per l’algoritmo di compressione Zstandard di Facebook è stato implementato nei sistemi di gestione dei pacchetti da riga di comando dpkg e apt per i sistemi operativi Debian e Ubuntu.

Inoltre, Canonical prevede di abilitarlo di default nelle future versioni di Ubuntu, a partire da Ubuntu 18.10, anche se Zstd avrà l’effetto collaterale di aumentare le dimensioni dell’installazione di circa il 6%.

LEGGI ANCHE:  Linux: cos'è e perchè usarlo?

Il supporto di Zstandard sarà disponibile a partire dal prossimo sistema operativo Ubuntu 18.04 LTS Bionic Beaver, che uscirà il 26 aprile 2018 e sarà abilitato di default a partire dalla versione 18.10.

I due sviluppatori hanno affermato che le loro implementazioni di Zstd per dpkg e apt sono in grado di supportare più frame contemporaneamente, il che significa che i pacchetti Debian saranno eventualmente compressi e decompressi in parallelo.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.