Computer lento: trucchi per renderlo più veloce

0 28

Quando un computer è più lento del solito, è necessario capire quali sono le ragioni del problema per riuscire a risolverlo e, quindi, a velocizzarlo. Occorre tener presente, prima di tutto, la necessità di provvedere a una manutenzione regolare, fermo restando che a volte le insidie possono provenire dall’esterno: basti pensare ai malware e ai trojan che infettano i pc di tutto il mondo. A questo proposito, vale la pena di fare affidamento su un antivirus gratis in italiano, che consenta di eliminare molte minacce. I software malevoli, oltre a essere pericolosi dal punto di vista della privacy e della sicurezza, arrecano danno anche perché consumano risorse hardware in grandi quantità: questo è uno dei motivi per i quali il computer può apparire più lento di quanto non fosse in precedenza.

Lotta ai virus

Una volta installato l’antivirus, è bene in primo luogo provvedere a una scansione di tutto il sistema: il programma permette anche di rimuovere i file infetti o di mettere in quarantena le minacce individuate. L’azione degli antivirus può essere integrata con quella degli antimalware, che sono soluzioni differenti in grado di identificare anche pericoli che possono sfuggire a un antivirus.

Quali applicazione usare

Tra le cause di un pc lento c’è anche l’utilizzo di applicazioni troppo pesanti: quando se ne ha la possibilità, pertanto, è preferibile adoperare programmi leggeri, a maggior ragione nel caso in cui si sia consapevoli che il proprio computer è datato o vanta un hardware non troppo performante. Windows Defender è un programma che di solito è già presente nel sistema operativo, e ha il pregio di occupare una quantità limitata di risorse. Sul piano della produttività, è importante sapere che Microsoft Word è molto più pesante di una soluzione omologa come AbiWord, così come Adobe Acrobat potrebbe essere sostituito da Sumatra PDF. Al posto di Windows Media Player, invece, un’applicazione decisamente più leggera è MPC.

Come navigare su Internet

La stessa navigazione sul web può essere fonte di rallentamenti, soprattutto se non si utilizza il browser giusto. Anche se Chrome è molto diffuso, per esempio, la leggerezza non fa certo parte delle sue qualità: è molto meglio optare per Firefox, ma anche Edge su Windows 10 assicura prestazioni ottimali.

Attenzione alle animazioni di sistema

Un ulteriore aspetto su cui conviene concentrarsi quando si è alle prese con un computer molto lento è quello relativo alle animazioni di sistema, che dovrebbero essere ridotte per quanto possibile. Gli effetti grafici di Windows – ma lo stesso discorso potrebbe essere esteso anche a quelli di macOS – sono sì belli e piacevoli da vedere, ma finiscono per appesantire, e quindi per rendere lento, il sistema: un problema che si rivela ancora più evidente quando ci sono in ballo pc non proprio moderni. Basta andare sul pannello di controllo di Windows per limitare le animazioni di sistema, ricercando il tasto relativo nella sezione dedicata a sistema e sicurezza. La scheda relativa agli effetti visivi permette di rimuovere le ombreggiature delle finestre e le animazioni sulla barra delle applicazioni, ma anche di intervenire su numerosi altri aspetti.

I programmi per ottimizzare il sistema

I programmi per ottimizzare il sistema quasi sempre hanno un effetto contrario a quello desiderato: anche se l’intenzione è quella di velocizzare il computer, in realtà va a finire che le risorse di sistema vengano consumate in modo inutile, dal momento che tali software hanno bisogno di essere tenuti in esecuzione sempre. Per di più, chi non ha molta dimestichezza in ambito informatico rischia di toccare impostazioni delicate con effetti potenzialmente deleteri. Piuttosto, è meglio ricordarsi di aggiornare sempre i vari programmi e il sistema operativo, visto che gli update permettono di risolvere bug non riscontrati in precedenza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.