Come passare da GNOME a Unity su Ubuntu 18.04

Se hai nostalgia di Unity, ecco come puoi installarlo facilmente in Ubuntu 18.04 Bionic Beaver.

0 2.283

La caratteristica più discussa di Ubuntu 18.04 è il passaggio a GNOME.

A onor del vero bisogna però dire che Ubuntu ha fatto un buon lavoro nella personalizzazione del desktop GNOME, per accontentare anche gli utenti abituati ad utilizzare Unity.

Ma non è necessario che ti piaccia GNOME.

Negli ultimi 6 anni Unity ha fatto parte di Ubuntu e nel tempo ha guadagnato la sua giusta fetta di estimatori.

Se sei uno dei fan più accaniti di Unity e vorresti usarlo al posto di GNOME, ho buone notizie per te: se lo desideri, puoi continuare ad usare Unity anche su Ubuntu 18.04.

Canonical sa che c’è una fetta considerevole di amanti di Unity e quindi ha reso possibile l’installazione di Unity su Ubuntu 18.04.

Tuttavia, devo dirti che i pacchetti Unity su Ubuntu non si trovano più nel repository principale.

Questi sono forniti dal repository Universe e i pacchetti nel repository Universe sono gestiti dalla comunità.

Gli sviluppatori di Ubuntu non lavorano direttamente su questi pacchetti.

In altre parole, il desktop Unity previsto in Ubuntu 18.04 è gestito dalla comunità.

È una cosa brutta? Non proprio.

Finché il progetto non verrà completamente abbandonato, potrai continuare ad utilizzarlo.

Ma andiamo al sodo, e vediamo come installare (e come rimuovere) Unity su Ubuntu 18.04.

Come installare Unity su Ubuntu 18.04

È davvero semplice: apri un terminale (Ctrl + Alt + T) e usa il seguente comando:

sudo apt install ubuntu-unity-desktop

Al momento dell’installazione, ti verrà chiesto se desideri passare a LightDM.

Il display manager è ciò che vedi nella schermata di accesso:

Se vuoi una schermata di accesso Unity, allora seleziona lightdm.

Se invece si desidera mantenere la schermata di accesso predefinita in Ubuntu 18.04 puoi selezionare gdm3.

È sufficiente selezionare quello che si desidera e premere Invio per andare avanti con la procedura di installazione.

Al termine dell’installazione, riavviare il sistema.

Nella schermata di accesso, fai clic sul simbolo di Ubuntu in LightDM o sul simbolo dell’ingranaggio in GDM.

Una volta effettuato il login, puoi finalmente vedere la familiare interfaccia Unity.

Come rimuovere Unity su Ubuntu 18.04

Se ti rendi conto che è il momento di abbandonare completamente Unity e tornare a GNOME, potrai rimuovere i pacchetti Unity dal tuo sistema.

Per prima cosa, accedi a GNOME e usa i seguenti comandi:

sudo apt purge ubuntu-unity-desktop

Se hai installato LightDM, lo puoi rimuovere.

Ma prima di farlo, è necessario passare a GDM (Gnome Display Manager): per farlo, usa il comando qui sotto:

sudo dpkg-reconfigure gdm3

Non preoccuparti se l’output dice che qualcosa come “GDM non è in esecuzione” o cose del genere.

Il lavoro è stato fatto, e puoi tranquillamente rimuovere LightDM con il seguente comando:

sudo apt purge lightdm

Ti suggerisco di eseguire anche autoremove per pulire il tuo sistema Ubuntu.

sudo apt autoremove

Bene, adesso tutte le operazioni sono state eseguite.

Puoi disconnetterti o riavviare il tuo sistema e avrai GNOME con (quasi) nessuna traccia di Unity rimasta.

Conclusione

Spero che questo articolo ti abbia aiutato ad usare Unity in Ubuntu 18.04.

Personalmente, non vedo motivi per tornare a Unity e non è certamente una delle cose da fare dopo aver installato Ubuntu 18.04.

Se vuoi segnalare un buon motivo per continuare ad usarlo puoi scrivere la tua opinione nei commenti qui sotto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.