Come guadagnare con il proprio blog

0 47

Se si è intenzionati a ottenere dei guadagni significativi attraverso il proprio blog, sono diversi gli accorgimenti che è possibile apportare per garantirgli una marcia in più e per far sì che esso diventi redditizio.

Foto e video professionali

Il ricorso a foto e video professionali, per esempio, è molto importante, non solo per gli e-commerce ma anche per valorizzare i post di un blog.

Quel che permette a un contenuto sul web di distinguersi nel mare indistinto della Rete è proprio la sua qualità: e la qualità passa anche dalle immagini che vengono scelte per corredare i testi.

Ecco perché è un’ipotesi da non trascurare quella che prevede l’impiego di video professionali e foto realizzate ad hoc: soluzioni su misura che possono essere gestite in base alle esigenze che si desidera soddisfare.

Testi affidati a un copywriter

A proposito della creazione testi, invece, è sempre consigliabile rivolgersi a un copywriter professionista, o magari a più di un web writer, a maggior ragione nel caso in cui si abbia a che fare con un piano editoriale particolarmente nutrito.

copywriter non si limitano a scrivere contenuti gradevoli e caratterizzati da una bella prosa, ma sono ben consapevoli delle caratteristiche che devono avere i testi pubblicati online: diretti, informativi, pertinenti, in linea con le ricerche degli utenti e, soprattutto, senza “aria fritta”.

L’analisi delle parole chiave permette di inserire le giuste keyword in considerazione del pubblico che si vuole raggiungere, sempre nel rispetto del contesto.

I lettori, che in questo ambito vengono definiti buyer personas, non hanno molto tempo da perdere quando navigano su Internet: questo è il principio di partenza di ogni lavoro di un bravo web writer.

Il posizionamento sui motori di ricerca

I testi di un blog vanno scritti in modo tale che risultino accattivanti non solo per i lettori, ma anche per i motori di ricerca: l’importanza della SEO non può essere trascurata.

SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization, ottimizzazione per i motori di ricerca: in poche parole, è ciò che fa sì che rispetto a una determinata parola chiave un sito compaia al primo posto dei risultati di ricerca invece che al trentesimo.

Per catalogare le pagine web esistenti – miliardi e miliardi, anche perché ogni giorno ne nascono di nuove – i motori di ricerca come Google si servono dei cosiddetti spider, vale a dire software particolari che leggono i codici delle pagine dei siti a cadenze regolari con l’intento di classificare le pagine nuove e di archiviarle.

Concentrarsi sul posizionamento vuol dire, per chi gestisce un blog, favorire le visite degli spider, anche per far sì che i motori di ricerca attribuiscano al blog una valutazione di qualità il più possibile positiva.

Le tecniche che vanno adottate in questo senso sono molteplici: al di là della stesura di contenuti di qualità è importante anche intervenire sui codici HTML, prestare attenzione alle immagini che si scelgono, curare i link in entrata e in uscita, e svolgere numerose altre attività, che in genere richiedono il supporto di un professionista del settore.

Sfruttare Facebook

Infine, un ultimo suggerimento che è bene mettere in pratica è quello che prevede di dare più rilevanza ai propri post – o comunque ad alcuni di essi – sponsorizzandoli su Facebook.

Da diversi anni, ormai, i social network costituiscono un mezzo di fondamentale importanza per la promozione e la diffusione dei contenuti online: e quale è il social più utilizzato al mondo? Facebook, appunto.

Ciò non vuol dire che ci si debba rivolgere alla platea indistinta che popola questo social, però: è sempre opportuno identificare con precisione il proprio target di riferimento, e cioè il segmento di utenti che si intende “colpire”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.